Investire ora nelle obbligazioni cinesi?

Si prevede che, nei prossimi 24 mesi, gli Investitori di tutto il mondo compreranno 286 miliardi di dollari USA di obbligazioni cinesi.

Notizia degli ultimi giorni:

Infatti, da settembre prossimo le obbligazioni cinesi potranno essere comprate da tutti, senza le precedenti restrizioni (entreranno nell’indice governativo dei paesi emergenti in valuta locale JP Morgan GBI EM GD).

Perché la Cina entra nei benchmark obbligazionari?

Negli ultimi anni, è migliorato notevolmente l’accesso al mercato obbligazionario cinese. Inoltre, con il passare del tempo, la valenza economica della Cina è aumentata, portandola ad essere la seconda economia mondiale, seconda solamente agli USA.

Come funziona?

La maggior parte degli strumenti di Risparmio Gestito ha un benchmark di riferimento.

Il benchmark è un insieme di titoli, che il Gestore di un Fondo Comune d’Investimento e/o SICAV cerca di superare in termini di rendimento, una specie di competitor da battere.

Quando esso cambia, anche il Gestore è costretto a modificare la composizione del Portafoglio del suo Fondo. In questo caso, con l’introduzione delle obbligazioni cinesi all’interno del benchmark di riferimento, anche il Gestore dovrà inserire le stesse obbligazioni nel Portafoglio del suo Fondo.

Perché è importante?

Il cambiamento del benchmark ha conseguenze sulla composizione dei portafogli dei titoli delle Società di Gestione del Risparmio. Queste ultime, infatti, andranno sul mercato a comprare obbligazioni cinesi e, di solito, quando la domanda di un bene aumenta, ferma restando l’offerta, anche il prezzo sale.

L’acquisto di tali bond sarà pari al 10% ed avverrà gradualmente mediante tranche dell’1% al mese.

Perché investire ora nelle obbligazioni cinesi?

 

Comments are closed.